Cerca nel blog

domenica 17 luglio 2011

ENPA contro l'abbandono dei cani

Oggi in autogrill non ho potuto fare a meno di fermarmi ad osservare incantata il manifesto di ENPA (ente nazionale protezione animali) contro l'abbandono dei cani. Devo dire che "seguo" questi manifesti da ormai qualche anno e li trovo ogni volta più originali e comunicativi. Per l' estate 2011 gli ideatori hanno pensato di raccontare, tramite il semplice utilizzo di una foto e uno slogan, un' avvincente storia fantasy.
Il plot è il seguente: un cagnolino sorvola mari e monti pur di salvare il suo padrone dai "cattivi". Il piglio è epico. In alto a destra uno slogan recita "il tuo cane farebbe di tutto per non lasciarti solo".


Penso che sia uno dei più bei manifesti che abbia mai visto. Bellissimo per il fatto che pur essendo un messaggio semplice arriva al cuore di tutti, dagli adulti fino ai piccoli. Contiene un messaggio costruttivo che non nuoce a nessuno: non offende, non angoscia e non ti sbatte in faccia la crudeltà di un mondo "orribile - a - cui - non - si - può - porre - rimedio". La cosa meravigliosa, però, è che fa veramente riflettere. Nel momento esatto in cui ho letto quello slogan mi sono sentita profondamente orgogliosa per questo cagnolino, tanto da immaginarmi un' intera favola ambientata in un mondo magico dove il nostro eroe deve combattere mostri e atrocità per ritrovare il suo padrone. Ma  la realtà è ben diversa da una favola e i mostri sono fatti di lamiera e viti, hanno occhi lucenti nella notte e rombi da far rizzare i peli della schiena. I mostri di cui parlo sono auto, moto e mezzi meccanici ad un animale possono sembrare davvero qualcosa di incomprensibile.
Gli animali hanno dei sentimenti e si fidano di noi. A volte sono perfino cresciuti con noi e ci hanno accompagnato nel nostro cammino di vita. Si sentono e sono parte integrante della nostra famiglia. Magari voi non lo sentite.... quante volte avrete pensato "massì è solo un cane"? Ma loro credono in voi e sono sinceri. Non c'è amicizia più sincera di quella che può provare un animale nei confronti di chi lo sfama e gli vuole bene. Loro vi capiscono. Sono fedeli e vi stanno accanto, si fidano ciecamente di voi e vi difenderebbero da qualsiasi pericolo. Chi più chi meno, dal Chiwawa al Dobermann, il cane ha un forte senso di affezione nei confronti del suo padrone.
Pensate a come vi sentireste se una persona a cui tenete veramente tanto, da un giorno all' altro si stufasse di voi e vi piantasse in mezzo alla strada. Vi sentireste smarriti, abbandonati, soli... Tutti hanno paura della solitudine, in fondo. Io penso che gli animali non siano poi tanto diversi dagli esseri umani su questo aspetto. Anche loro hanno paura e anche loro soffrono, proprio come noi.

Nessun commento:

Posta un commento

MXP5 Peak Factor